CITROËN JUMPY PROTAGONISTA DELLA DISTRIBUZIONE DELL’E-COMMERCE CON CITYPOST

Citroën Jumpy si dimostra il veicolo ideale per la distribuzione “ultimo miglio” di prodotti acquistati in rete grazie all’importante fornitura effettuata a Citypost. La crescita esponenziale dell’E-Commerce ha creato di riflesso un nuovo mercato legato alla distribuzione e consegna fisica dei prodotti a cui le aziende di trasporto stanno guardando con crescente interesse e per le quali i Veicoli commerciali moderni ed efficienti come Jumpy costituiscono il perfetto strumento di lavoro.

Ne è un esempio Citypost, nata nel 2000 ma pienamente operativa solo dal 2011 grazie alla completa liberalizzazione del particolare mercato in cui opera, è oggi una delle più dinamiche aziende private di servizi postali integrati (tramite il marchio Sailpost) grazie a quattro sedi (due in Lombardia, una in Piemonte, una in Toscana), e ad oltre 140 agenzie e oltre 270 tra sportelli e strutture operative periferiche.

Ora il suo parco veicoli, utilizzati per le consegne a domicilio anche dalla grande distribuzione, si amplia con l’introduzione di ben 252 Citroën Jumpy BlueHDi 120 S&S nella “taglia” XL che, con una lunghezza di 5,30 metri, mette a disposizione un volume utile di ben 6,6 metri cubi, per un carico massimo di 1400 chili.

Secondo i responsabili di Citypost, proprio la compattezza e la grande capacità di carico sono stati glargomenti che hanno determinato la scelta di Citroën Jumpy, unita ai costi di gestione molto contenuti. L’azienda ha poi molto apprezzato che siano stati consegnati in appena due mesi tutti i 252 veicoli del contratto, a dimostrazione dell’efficienza organizzativa della Business Unit di PSA Professional, che si è fatta carico dell’urgenza di Citypost di poter disporre il più presto possibile dei Jumpy.

Jumpy, per i professionisti del trasporto

Nuovo Jumpy di Citroën è il compagno ideale dei professionisti alla ricerca di uno strumento di lavoro che semplifichi loro la vita nel quotidiano.  Ingegnoso, moderno e funzionale, dispone infatti:

– del Moduwork: grazie alla sua parete di separazione specifica e alla modularità del sedile del passeggero laterale in posizione rialzata, libera un pianale piatto. Il Moduwork permette di aumentare la lunghezza di carico di 1,16 m. Permette anche di trasformare l’abitacolo di Nuovo Jumpy in un vero ufficio mobile, grazie all’abbassamento del bracciolo centrale, che offre un tavolino orientabile con una fascia elastica e aderente per mantenere fermi gli oggetti (PC, tablet, ecc…). Per finire, nella rete accessori sono disponibili dei supporti specifici per smartphone e tablet;

– di porte laterali scorrevoli apribili senza chiave: una vera esclusiva in questo segmento, l’accesso senza chiave permette di aprire e chiudere le porte laterali senza contatto, anche quando si hanno entrambe le mani occupate. Basterà passare il piede sotto l’angolo del paraurti posteriore per sbloccare il veicolo. Così facendo la porta laterale dal lato in cui ci si trova si apre automaticamente. Lo stesso gesto chiude le porte e blocca automaticamente il veicolo. Questa funzione agevola le operazioni di carico e scarico, anche quando si hanno entrambe le mani occupate;

– di porte a battente, a 250°: disponibili in opzione sulla versione XL (5,30 m), permettono di non invadere la carreggiata in caso di parcheggio lungo un marciapiede e facilitano anche gli spostamenti intorno al veicolo;

– di kit di rivestimento in legno (optional e montati in fabbrica). In funzione delle esigenze e dei settori d’attività di ogni professionista, Nuovo Jumpy propone 2 tipi di rivestimento: legno grezzo e legno rivestito (antiscivolo e protetto dalle barre delle soglie in alluminio, impermeabile all’acqua e lavabile facilmente). Vengono offerte varie combinazioni di kit per proteggere lo spazio di carico: dal rivestimento del solo pianale fino a quello delle fiancate su tutta l’altezza e quello dei passaruota;

– di numerosi vani portaoggetti disposti in tutto l’abitacolo, con un cassetto portaoggetti inferiore con presa jack e presa da 12V (che gli autisti di Citypost utilizzano per alimentare i loro device di lavoro), una presa USB, un grande vano sotto il sedile del passeggero che permette di riporre delle scarpe e un casco da cantiere, portabicchieri a entrambi i lati della plancia, un vano portaoggetti superiore centrale aperto, e due grandi vani nelle portiere che possono alloggiare una bottiglia da 1,5 litri.