#MemoryBox: “A car is a must in Europe!”

Prosegue l’appuntamento con #memorybox, viaggio nel passato tra i frammenti inediti della storia del mito.
Oggi, Maurizio Marini del R.I.A.S.C. ci accompagna in una nuova avventura alla scoperta di curiosi pezzi del passato, custoditi negli storici archivi Citroën.

«L’auto è una necessità in Europa».
Questo era lo slogan con cui Citroën pubblicizzava negli Stati Uniti un suo speciale servizio dedicato ai turisti.

National Geographics, Road&Track e altre riviste d’automobili e turismo contenevano pagine pubblicitarie che spiegavano come fosse facile affittare (ed eventualmente riscattare e trasportare negli States) una nuova Citroën.

2CV, ID o DS, era possibile trovare l’auto nella città europea scelta per le proprie vacanze e sfruttare un completo servizio d’assistenza pensato appositamente per i ricchi turisti nordamericani dei primi anni ‘60.

A questa formula ci siamo ispirati nel 2003 per realizzare delle foto pubblicitarie per una nota marca di calzature e, con l’aiuto dello scrittore Raffaele De Carlo, abbiamo immaginato la storiella di una turista statunitense alle prese con le carte geografiche dell’Italia del ‘66, un difficile passaggio su una strada di campagna e l’incontro con due “malintenzionati” a bordo di due mezzi tipici dell’Italia di quegli anni: una Vespa 150 della Piaggio e una Lancia Aprilia terza serie.

Il set fotografico fu realizzato nelle campagne di Asciano, vicino alla zona termale di Rapolano, nelle Crete Senesi e l’intero set di foto assieme al racconto di De Carlo (ambientato però nell’Agro Romano) apparve anche sul numero 27 sulla rivista del Club IDéeSse.

Eccovi il racconto completo. Buona lettura:

Cacciatori di squali!

N:”Ehi, Giovà… ma quello nun è ‘no Squalo? Ammazza quant’è bello!”

G:”Già, è proprio ‘no squalo!! Me piace pure ‘er colore!”

N:”Ma guarda ‘sto burino! Che te frega der colore? Tanto ce la pagheno lo stesso!”

G:”Questo è quello che te credi tu!! ‘Er Pincio paga pure secondo er colore!”

N:”Quanto s’è progredito!”

G:”Vabbè… comunque… che dici? Ce la “famo”?”

N:”Più che la machina preferirei “famme” quella ca ce stà dentro! Ma l’hai vista?!”

G:”L’ho vista, l’ho vista! Me sembra pure straniera! Ma che ce starà a fa’ in mezzo a ‘sta campagna una così?? Se viene alla borgata mia ce corre dietro pure ‘mi nonno, che c’ha novant’anni!!! Me pare n’attrice!”

N:”Mmmh! Me sona strano! E se fosse una de la “pula”? A volte se divertono a facce ‘sti scherzi!”

G:”Nicò… se quella è de la “pula” io ‘so Alberto Sordi!”

N:”Mah! Comunque te l’avevo detto che questo era un bon posto pe’ appostacce!”

G:”Seee, e che tu lo sapevi? Se non fosse perchè t’era venuta voja de annà a… non ce saremmo fermati manco tra ‘n secolo, qua!”

N:”Ma che fa? Sta lì ferma da ‘na vita, fotografa, guarda ‘a carta, ma nun se sarà persa?”

G:”E chè.. la vuoi annà a aiutà??? Ma te sei bevuto er cervello? A caval donato…”

N:”Me sembra così sperduta!!”

G:”Ma dì.. te sei già innamorato? Fino a mo’ te la volevi fà!!!”

N:”Vabbè va… “fàmose” ‘sto squalo va! Così nun me vengono pensieri…”

G:”Allora: tu co’ la vespa gli vai de dietro, mentre io, co’ l’Appia la blocco davanti!”

N:”E se attacca a frignare?”

G:”Ce dài ‘du sberle no? E che t’o devo dì io? O c’hai paura?”

N:”Paura? A me? Secondo te quella me fa paura???”

G:”Bah, nun so se è paura, ma quarcosa sicuramente te sta afa!!”

N:”Ma annamo va!”

Ma che ci sarai venuta a fare qua in campagna!! Non ti basta tutto quello che ti è capitato oggi, cara Cey? Non ti basta aver litigato col tuo ragazzo non appena arrivati a Roma e noleggiato la macchina?
Non ti basta che lui ti ha piantato in mezzo alla strada e se ne è tornato in albergo in taxi?
Accidenti a questo viaggio del Touring club!!! “stupenda opportunità di visitare l’Europa in auto… Si prenota direttamente da Las Vegas una splendida e comodissima Citroën… A vostra disposizione per tutto il tempo di permanenza…”

Già… Probabilmente cara Cey, il tuo idillio è già finito! a 27 – Cover Story 24

E tutto questo non ti bastava! Dovevi per forza metterti a guidare come una pazza per Roma e dintorni finchè non ti perdevi!!!
E in più a forza di oscillare, questa macchina ti ha fatto venire pure il mal di mare! E sì che la mia “Toronado” (modello della Oldsmobile ndr), non è certo rigida!
E adesso che faccio? Ho finito pure il rullino fotografico!
E questo che vuole??

N:”Signorì!!!…. Ehi Signorì!!!

Oddio, che brutto ceffo!

N:”Signorì… Serve aiuto?

Io….io scappo! Vai Cey! Qua finisce male! Coraggio, in macchina, chiudi la porta, metti in moto… vaaai… Brummm… Screeeeeek!
Noooooo! E quest’altro da dove spunta???? Mi blocca la strada… Io… Io…
“AIUTOOOOOOOOOOOOO!!!”
O mamma mia, stanno arrivando… e parlano pure tra di loro… si conoscono! Cey, sei messa proprio male!!!
“Aiutoooooooooooooooooo!!!”

G:”E su, signorì… esci “fora”! Nun me và di rovinà lo Squalo! Nicò! Vieni! Questa s’è chiusa dentro!!

N:”Signorina… signorina?

Non abbia timore, il mio amico è un po’ rozzo ma…la vogliamo soltanto aiutare!

“Ma … ma… Chi siete? Cosa volete?

N:”Ehm, sa, vi abbiamo vista così, un po’ sperduta e sola e abbiamo pensato che forse le serviva aiuto, Vero Giovà?

G:”Nicò!!!!!! Ma te sei rincoglionito?????

N:”Ehhh, ve l’ho detto, signorì, il mio amico è un po’ selvatico, ma è buono come il pane, ve lo assicuro!

G:”Nicò… tra poco te sparo!

N:”Su, esca! si è perduta? Come si chiama?

“C… Cey… p… pia..piacere…

N:”Io me chiamo Nicola, ‘sto burino Giovanni… Da n’do viene?

“D..da La…Las Vegas… sono… sono in vacanza!

N:”Aahh! Ma come parla bene l’Italiano!

“I miei… i miei ge… genitori so… sono di O…Orte!

N:”De Orte!! Ma semo paesani!!!

G:”Nicò, mo te impicco a te e a sta mign…

N:”E levete Giovà… Dunque, … Cey, vero? Scenda, scenda pure…

E io scendo… tanto ormai… “Ecco, io dovrei ritornare a Roma…

N:”Ma si, certo, non c’è problema… dove alloggia?

“Al Grand Hotel.

N:”…aaal Grand Hotel?? beee… bene! Se… se vuole l’accompagno…

G:”Ma che fai? Te metti pure a balbettà?? Io te incenerisco!!!

N:”poi ne parlamo Giovà… signorì, il Grand Hotel è lontano, se vuole mi può seguire con la sua auto, le faccio strada con la mia vespa!

“E’ molto gentile!

G:”Nicò… gentile ‘sti c…. io c’ho ‘na rispettabilità da mantenè, pezzo de….

N:”Si, si, vai pure Giovanni, alla signorina penso io!

G:”Ma io te……!!!!!!!

“Allora, pronta?”

“si, ma…”

N:”Ma?

“Non parte! non mi parte la macchina!”

N:”Faccia vedere…”

G:”Noooo! Il meccanico no, Nicò! Io me suicido!!!”

N:”Per forza non parte, signorina Cey, è finita la benzina! Da quanto tempo girava?”

“Da un po’, effettivamente!”

N:”Va bene non si preoccupi. Se si fida, la posso accompagnare con la mia Vespa! …. A questo punto…”

“Si, grazie, ma… e la Citroën?

N:”Non c’è problema, signorina Cey, Giovanni, con l’Appia, andrà a prendere un po’ di benzina dal distributore e poi ci penserà lui a riportare la macchina al Grand Hotel! Ehi Giovà…. al Grand Hotel eh!
Mi raccomando!!!”

“Scusa Giovà… ma nun ci ho capito niente!! E tu, invece che portare lo Squalo ar Grand Hotel, nun lo potevi portare da me???”

“Si, er’ Pincio, certo che te lo potevo portare…ma… nun so… alla fine quell’Americana de Orte m’aveva fatto rincojonì pure a me!”

“Te devo dì cosa sei?!?!”

“No…no, me lo sò detto mille vorte!”

“E Nico poi, che fine ha fatto?”

“Nun lo vedo da ‘na settimana!”

” ‘na settimana!!”

“Ehi, Nico! Nicooooo! Ma te fermi o no?”

” Ehi Giovà! Che piacere!”

“Ma dove corri?”

“A fà le valigie!”

“Le valigie?”

“Vado a Las Vegas! Cey mi ha invitato!”

“A Las Vegas? Cey? Ma che stai a dì?”

“Lo sai chi è Cey? La figlia der proprietario del Golden Nugget di Las Vegas! Me ha proposto de fà il buttafuori der suo locale!”

“Locale? Ma ‘Er Golden Nugget è uno dei più grossi casinò de Las Vegas! Me l’ha detto ‘er Pincio che c’è stato!!!”

“Lo so, lo so!”

“Che fijo de ‘na ….. Ma dimme, ce vai solo per fa er buttafuori oppure….”

“Te lo dico quanno torno… oppure te scrivo! Ah! La macchina poi, prima de partì, se l’è pure comprata e spedita in America, dice che è troppo comoda! Ciaooooo!”

“Ma guarda un po’ che fanno ‘sti squali!!”