Rally d’Italia: il racconto delle tappe

Suspense, emozioni e prodezze al volante sono state le tre grandi protagoniste del Rally che si è disputato in Sardegna lo scorso fine settimana.
La seconda tappa della gara ha riservato brutte sorprese per gli equipaggi del Citroën Total Abu Dhabi World Rally Team: solo Dani Sordo e Carlos del Barrio sono riusciti a tagliare il traguardo, in quarta posizione. Robert Kubica, nono in classifica generale e vincitore del WRC2, si è accaparrato i suoi primissimi punti nel campionato, mentre Khalid Al- Qassimi ha inaugurato il suo palmares 2013 completando la top 10.

Dopo aver lasciato il porto di Olbia allo scoccare delle sette, gli equipaggi si sono addentrati nella campagna sarda sotto un cielo che preannunciava tempesta.

La giornata è iniziata nel migliore dei modi per Mikko Hirvonen, che è riuscito a segnare il suo 250° tempo scratch nella PS9 (Monte Olia 1), ma nella speciale successiva il Finlandese è stato costretto all’abbandono per aver fatto finire la sua vettura in un fossato, dopo aver preso una curva in tutta velocità. Dani Sordo ha guadagnato così il terzo posto in classifica, concludendo il Rally in quarta posizione, a causa di un testacoda nel Monti di Alà 1 (PS11) che gli ha fatto perdere una ventina di secondi.

Buon lavoro anche per Khalid Al-Qassimi e Scott Martin che hanno piazzato la DS3 WRC dell’Abu Dhabi Citroën Total World Rally Team in decima posizione nella classifica generale.

La grande conferma del Rally di Sardegna, però, ha un nome polacco: Robert Kubica, sesto in Portogallo e vincitore all’Acropoli.

Venerdì mattina, nella prima speciale, il pilota della DS3 RRC ha segnato il miglior tempo, andando più veloce di un secondo al chilometro rispetto ai rivali. Neppure i  danni  subiti alla parte posteriore della sua vettura in seguito ad un incidente sono bastati a fermarlo: Kubica e il suo copilota hanno centrato l’obiettivo fino a portare il loro vantaggio a quasi due minuti.

La seconda tappa è stata molto più facile da gestire: con un ordine di partenza più propizio, Robert è riuscito a segnare uno score perfetto, con otto migliori crono e altrettante speciali, tagliando il traguardo con 4’17’’ di vantaggio su Abdulaziz Al-Kuwari, attuale leader della competizione.

La stagione di Robert Kubica e Maciek Baran proseguirà nel suggestivo Rally di Finlandia, prossima manche del WRC.

Restate con noi per scoprire nuovi, avvincenti sviluppi!