Rally di Montecarlo 2013: la vostra intervista ad Andrea Crugnola

Al recente Rally di Montecarlo Andrea Crugnola ha messo a segno una bella prova: quindicesimo nella classifica generale, primo fra gli italiani in gara. Gli abbiamo portato le vostre domande, ed ecco quello che vi ha risposto.

Simone Pellegrino: Come fa un giovane ad approdare nel mondo dei rally avendo pochi soldi? Qualche consiglio per iniziare?

L’opportunità di partecipare al Rally di Montecarlo è nata dopo avere vinto il trofeo DS3 R3 in Italia. Sono stato chiamato da Citroën Racing per mettermi alla prova su una tappa del mondiale con DS3 R3. Sono occasioni che capitano poche volte all’inizio di una carriera, e ho cercato di dimostrare tutte le mie qualità di pilota sul palcoscenico più famoso del rally mondiale. Per iniziare un percorso professionale, credo che un pilota debba essere molto paziente, il livello in Italia è molto alto e conviene iniziare con una vettura 2 ruote motrici, studiare i percorsi e riuscire ad ogni rally a farsi notare anche per la costanza.

Massimo Borghetti: Come fai a essere così efficace pur non avendo le possibilità di un pilota ufficiale?

Ci tenevo particolarmente a fare una buona performance a Montecarlo, Citroën Racing mi ha chiesto come priorità di portare la vettura al termine del rally. Quando si corre da pilota ufficiale è importante considerare questi aspetti di gestione della gara. Le condizioni meteo erano molto difficili, non avevo esperienze di guida sulla neve. Ho provato ad andare veloce ma mi sono reso conto che un minimo errore poteva compromettere la gara. Sono soddisfatto della nostra prestazione al Rally di Montecarlo: siamo riusciti a registrare anche buoni tempi sulle prove dove le condizioni non erano troppo estreme.

Lucia Di Mauro – Una persona disabile può fare rally?

Mi è capitato incontrare piloti disabili sulle piste. So che esistono regolamenti emessi dalla Federazione in concerto con la Fisaps: ricordo Albert Llovera, che era riuscito a dimostrare tutto il suo talento nel campionato mondiale Super 2000.