CITROËN in linea con gli obiettivi del COP15

Oltre 100 paesi riuniti a Copenhagen per parlare dei cambiamenti climatici dal 7 di dicembre sino ad oggi. Questo è il COP15.

E CITROËN c’è!

Il vertice di Copenhagen si pone obiettivi importanti come ad esempio, conciliare la crescita industriale e demografica con le emissioni nocive che lo sviluppo economico di un paese determina. Per questo, oltre ad auspicare politiche nazionali, europee e mondiali coerenti e improntate sul “verde”, è necessario abituarci e farci educare al green, dare merito e credito a quanti, da tempo, lavorano per restituire armonia al rapporto tra tecnologia e natura.

E CITROËN lo fa!

In occasione del summit di Copenhagen la casa dei due Chevron ha organizzato delle conferenze dedicate all’auto del futuro parlando di veicoli elettrici, di alternative per ridurre le soglie di emissione, di progettazione e stile. Dopo le parole, CITROËN è passata ai fatti. Come marchio leader in ambito ambientale, CITROËN ha esposto i suoi veicoli più “rispettosi” dell’ambiente: la Citroën C-Zero, il Berlingo First Electrique, il concept car REVOLTe e le Citroën C3 e DS3 con emissioni a partire da 99 g/Km.

Dedicata alle flotte aziendali a partire dal prossimo anno, la Citroën C-Zero, oggi icona elettrica della casa, sarà disponibile per tutti nel 2012. Nel frattempo continueremo a scoprire la politica pro ambiente di CITROËN apprezzando prima la microibridazione con lo “Stop & Start” poi i propulsori misti ibrido/elettrico HYbrid4 (che abbiamo conosciuto sulla Citroën C4 WRC, e sui concept car più affascinato come ad esempio Hypnos, REVOLTe, C-Metisse) e infine le motorizzazioni plug-in HYbrid4.

Grazie CITROËN!