Motor Show = Citroën Show

Smaltita l’enfasi per i risultati ottenuti dai due piloti del Team Citroën Sport impegnati nel Mondiale Rally WRC, Sebastien Loeb e Dani Sordo, rispettivamente alla Race of Champions e al Memorial Bettega di cui nel post precedente, ho finalmente il tempo di riordinare le idee sul Motor Show di Bologna.

 

La manifestazione bolognese, diciamolo, date le premesse relative alle “disavventure” inerenti il mercato dell’auto, non partiva sotto buoni auspici. Ed invece numerose case, e permettetemelo Citroën in testa, hanno partecipato con entusiasmo e dinamicità all’evento. I140.000 metri quadri di padiglioni dell’area espositiva erano colmi di novità; ben 51 brand automobilistici presenti! Infatti i numeri diramanti dall’organizzazione sono davvero importanti: 107 anteprime delle quali 8 mondiali e 11 europee.  

Posso dirlo??? … ma si che posso! Per me è stato un Citroën Show.

Citroën è stato al Motorshow come il cacio sta sui maccheroni! Ho reso l’idea? 

 

Per l’Italia la casa dei due Chevron ha esposto quattro anteprime nazionali come la C3 Picasso, la C3 Picasso Pure, il concept Hypnos, la concept C4 WRC Ibrida per non parlare della C3 Pluriel Charleston presentata addirittura in anteprima mondiale

 

Se la 33° edizione del Motor Show ha contato oltre 970.000 visitatori, data la varietà, l’estensione ed i contenuti dello stand Citroën, sono sicuro che in altrettanti hanno visitato i nostri spazi. In questo periodo storico infatti la casa francese ha rinnovato le linee dei suoi modelli e l’intera gamma offerta sul mercato presenta contenuti stilistici innovativi, filanti e giovanili. Sulla tecnologia poi non si è mai discusso prima figuriamoci oggi dopo un ulteriore sigillo nel Mondiale Rally WRC. In sintesi, non smetteranno mai di stupirmi!

 

Anche durante i giorni di minore affluenza i modelli Citroën hanno goduto di enorme attenzione e senza peccare di presunzione, regine del padiglione 25 sono state il Concept Hypnos – davvero straordinario, incredibili i suoi interni – e la C4 WRC HybriD4 la cui presenza evocava i successi e la straordinaria carriera della più “tradizionale” cugina C4 WRC.

 

Per tutti quelli che non hanno avuto occasione di passare per Bologna nei 10 giorni dedicati alla manifestazione, i modelli esposti dalla casa rappresentano l’elite della produzione Citroën attuale. In due aree differenti hanno fatto bella mostra di sé la nuova Citroën C1, la nuova Citroën C1 Deejay, la nuova Citroën C3 Pluriel Charleston, la Citroën C-Crosser Theatre, il concept car Hypnos (premio Autocar come migliore concept dell’anno), la Citroën C3 Picasso Pure, la Citroën C4 HybridD2, la Citroën C4 WRC HybriD4, la Citroën Grand C4 Picasso Bi Energy M; la gamma Citroën era ancora rappresentata dalla C5, dalla C4 e dalla C2.

Tanta sostanza condita dall’animazione scellerata di Radio Deejay e… del Trio Medusa! Che spasso ragazzi io mi sono divertito un mondo!

 

Insomma ce n’è stato per tutti, davvero! Sebastien Loeb, cinque volte campione del mondo, ha salutato i suoi tifosi sabato 13 e contemporaneamente Dani Sordo ha fatto il bello ed il cattivo tempo nella competizione clou dell’evento bolognese.

Non è necessario essere il blogger ufficiale di questa casa per dire che anche questa volta Citroën Italia ha superato di gran lunga le aspettative! 

E per finire io e Citroën vi auguriamo un fecissimo Natale. Tanti auguri!